15/04/2024

“Seguiamo la stella con attenzione perché Dio è per ciascuna di noi Luce e Sorpresa senza fine. Lasciamoci ogni giorno trasformare dalla Sua Parola di Speranza” queste le parole che hanno accompagnato la nostra giornata con l’impegno di renderle realtà nella nostra vita di tutti i giorni.

 In occasione di questa grande festa cristiana della manifestazione di Gesù a tutti i popoli, fa capolino anche la festa folcloristica della Befana che, come recita una famosa filastrocca, “vien di notte con le scarpe tutte rotte e il cappello o (vestito) alla romana… Viva viva la Befana che tutte le feste porta via.”

Anche noi abbiamo voluto far sentire la vicinanza ed esprimere con gesti concreti di tenerezza l’affetto per le nostre “nonnine”.

Nel pomeriggio alle 15,30 è arrivata la cara e tanto amata Befana.

Date le circostanze avverse causa COVID e varianti, non potendo usufruire dei mezzi di trasporto normali, è arrivata a piedi, stanca e affaticata, trascinando un carrello con i semplici doni del suo buon cuore.

 Era irriconoscibile: vestiva camice bianco, mascherina, visiera, copricapo e guanti come richiedono le normative in atto.

Al suo apparire, un applauso ha riempito la sala mentre le nonnine cantavano: Viva, viva la befana……guidate da sr. Giulia.

Guardando i volti delle anziane così sereni, felici come bambini, sorpresi e innocenti, abbiamo riflettuto sulla fortuna che abbiamo di poter accompagnare queste persone anziane, di poterle amare e servire.

A coronare la serenità dei giorni di festa, abbiamo ricevuto la visita della superiora provinciale Suor Marta con il regalo più bello che potessimo desiderare: la sua presenza incoraggiante e saggia e soprattutto con il dono di Suor Rosalia che resterà con noi e alla quale esprimiamo il nostro grazie.

Lo diciamo con tutto il cuore: “Abbiamo una  risorsa grande nelle nostre nonnine, bisognose di attenzione ed affetto. Il Signore ci accompagni e ci aiuti a rispondere ai loro bisogni con quella dolce mitezza che fa bene al cuore”.