18/06/2024

Genitori e catechisti a confronto con la Parola di Dio

Sabato 04 maggio 2024 si è svolto il secondo incontro formativo, presso la Chiesa di Piticchio. La tematica di questo incontro è stata suddivisa in due parti: la prima parte ha messo in evidenza l’aspetto umano e relazionale; la seconda parte l’aspetto della fede. Le due parti sono state illustrate da una storia riguardante la stima di sé, l’amore per se stessi.  Il titolo dell’incontro è stato: “Tu sei prezioso ai miei occhi ed io ti amo” tratto dal libro del profeta Isaia. Con questa frase, sr Tiziana ha voluto sottolineare ai genitori che Dio dice ad ognuno di noi “tu sei prezioso ai miei occhi ed io ti amo” e questa frase ogni figlio vorrebbe sentirsela dire dai propri genitori. L’incontro è iniziato con un concetto fondamentale per noi cristiani e cioè che la nostra vita ha origine nel cuore di Dio, un cuore pieno di amore perché Dio è amore. Noi  siamo stati creati per amore e siamo destinati all’amore. Quindi ognuno di noi è amato, voluto ed eletto da Dio, questa per noi cristiani è una verità fondamentale. Sr Tiziana ha citato anche il profeta Geremia: “Prima di formarti nel grembo materno ti conoscevo” questo per far capire che il nostro Dio ci ama e ci ha voluti e visti per primo. Quindi Dio ci ha voluti, amati perché possiamo amare.  Ha focalizzato inoltre l’incontro sull’aspetto fondamentale dello sguardo, lo sguardo di Dio che ci dona il vero amore nella stima di noi stessi. Dallo sguardo, la persona comprende se l’altro ci vuole bene, se è arrabbiato con noi, se la persona ci odia, se la persona è rimasta male di qualcosa… quindi ha invitato i genitori a riflettere sul loro sguardo verso i propri figli per far capire che lo sguardo crea relazione prima ancora delle parole.

La prima parte dell’incontro ha  sottolineato essenzialmente l’importanza della stima di sé, dell’autostima. Nella seconda parte invece  ha lanciato una provocazione: proviamo a vedere come ci guarda Dio! Dobbiamo imparare a vedere l’altro come lo guarda Dio e qui andiamo a vedere un attimo la creazione, quando Dio creò l’uomo disse: “A mia immagine e somiglianza creò l’uomo e la donna”. Sr Tiziana ha invitato allora i genitori a riflettere sulla differenza che c’è tra immagine e somiglianza. L’immagine rimane sempre, la somiglianza dipende, cambia: più noi diventiamo come Dio, più somigliamo a Lui, nei sentimenti, negli atteggiamenti, più gli somigliamo. Sr Tiziana ha invitato i genitori a riflettere su come Dio ha guardato ciascuno di noi, su come Dio ha rivolto il suo primo sguardo sul primo uomo e ha detto: “Era cosa molto buona”.  Ha invitato i genitori ad aiutarsi reciprocamente e ad aiutare chi è in difficoltà a far prevalere sempre il bene, a tirare fuori da sé il bene che c’è in ognuno di noi.  L’incontro si è concluso con l’invito ad imparare a guardarci con gli occhi di Dio.

I genitori e gli operatori pastorali hanno ringraziato tanto sr. Tiziana di questo tempo formativo dedicato a loro, sono rimasti molto colpiti e desiderosi di poter fare e vivere altri incontri.