18/06/2024

13 / 27 Aprile

“Questa non è la semplice casa delle suore, ma un centro missionario!”

Queste le parole di sr. Tiziana Tonini, la superiora provinciale in visita alla Missione albanese dove è ritornata il 13 aprile 2024 accompagnata dalla vicaria Sr. Victoria e dalla consigliera Sr Federica, dopo 30 anni esatti dalla sua breve esperienza, impegnata nella ristrutturazione dell’ambiente che avrebbe poi accolto le prime tre missionarie in terra albanese: Sr Adriana Pozzebon, Sr Teresina Mukenttottatil e Sr Silvana Bottan. Sono loro che hanno dato vita alla nostra prima presenza per la rievangelizzazione, attraverso varie attività soprattutto di carità nei confronti dei poveri.

Sono passati 30 anni e altre missionarie si sono avvicendate profondendo energie, amore, passione e zelo per il Vangelo e la realtà ha presentato a Sr. Tiziana un volto diverso con il Centro “Maria, Madre di misericordia” che comprende il centro di Accoglienza per volontari e missionari, il Centro “P. Gregorio Fioravanti” per le attività formative per bambini, ragazzi, giovani e per le donne. Il tutto è nato, passo dopo passo, grazie ad alcuni Frati Minori della Provincia di Spagna che hanno accompagnato le suore nelle attività estive, insieme ai volontari e con l’assistenza spirituale durante i Tempi forti del Natale e della Pasqua. La Provvidenza inizialmente ha avuto proprio il loro nome, poi ha preso altri nomi di persone di buona volontà provenienti dall’Italia, dalla Germania e che non hanno mai abbandonato i poveri, offrendo alle suore competenze mediche, educative e sostegno economico.

A pieno titolo possiamo chiamare Dushaj “Centro missionario” casa di tutti, dove ciascuno trova la possibilità di realizzare il proprio grande desiderio di mettersi al servizio di Dio attraverso i suoi poveri.

La visita della superiora provinciale è stata per noi un evento atteso da tanto tempo, molto molto di più di una visita.

Chi, come noi, vive la lontananza dalle altre comunità e sorelle, ha bisogno di sentire la comunione, l’unità della stessa famiglia: questa è stata l’esperienza più bella.

Dagli incontri di formazione fatti nelle mattinate abbiamo colto la bellezza di essere Francescane Missionarie del S. Cuore, la forza della missione, il senso di essere missionarie e come e quando si vive la missione.

La comunità ha cercato di dare il meglio nell’accogliere le nostre sorelle mostrando la grande gioia di averle tra noi. Non sono mancate le visite alle varie chiese e ai villaggi dove le suore svolgono il loro servizio pastorale e gli incontri con i vari gruppi sia a Dushaj che a Scutari.

Ora si riparte rinvigorite dalla grazia della forte esperienza di fraternità che ci ha aiutato a mettere a fuoco i nostri impegni con fede e speranza.

Le sorelle della Comunità di Dushaj