15/04/2024

NELLA NOSTRA MISSIONE DI MONTALE

Anche quest’anno nell’Istituto comprensivo di Arcevia e “Scuola Amica” dell’UNICEF l’intera comunità scolastica è impegnata nella realizzazione di più di 100 pigotte, le bamboline di pezza simbolo dell’’UNICEF, che saranno poi vendute; il ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza per le loro attività.
Gli alunni sono diventati piccoli stilisti, hanno disegnato i modelli degli abiti e le acconciature mentre le mamme, le nonne e altri volontari si sono impegnati nella realizzazione dei vestiti. Tra loro una volontaria particolare, suor Aileen! La sua presenza, oltre ad essere stata preziosa per l’aiuto concreto nel tagliare, cucire e impreziosire i vestitini, è stata anche fonte di curiosità per i bambini, che l’hanno tempestata di domande, “…come e quando ti sei fatta suora? Per farti suora hai desiderato tu o qualcuno ha voluto? Cosa vuol dire che le suore sono spose di Gesù? Avete bambini? Come hai imparato a cucire? Ma quanta pazienza ci vuole per fare vestiti? Ma alle suore piace anche il gioco del calcio? “… forse è stato più difficile rispondere alle loro domande che vestire le pigotte…
A questa appassionante attività di condivisione, si aggiungono anche i valori della solidarietà, della pace, del rispetto delle differenze, dell’eliminazione delle disuguaglianze e delle pari opportunità, valori che da sempre contraddistinguono l’operato dell’UNICEF.
Un ringraziamento speciale a suor Aileen per la sua disponibilità, per la sua pazienza, per la sua gentilezza e per la sua bontà.

Alessandra Marcantoni (Montale)

Per conoscere cos’è una pigotta

La Pigotta è una bambola speciale, unica, diversa da tutte le altre, che può essere adottata per sostenere l’UNICEF nel suo compito importante di raggiungere i bambini in pericolo, ovunque si trovino, portando vaccini, alimenti terapeutici, costruendo pozzi, scuole e portando assistenza.
Dietro ogni Pigotta ci sono i volti e i nomi delle persone che l’hanno voluta, l’hanno realizzata e data e ricevuta in adozione.
Il popolo di Pigottare e Pigottari è costituito da coloro che creano con le proprie mani e con la propria fantasia le Pigotte che verranno adottate. Le volontarie e i volontari UNICEF sono il motore dell’iniziativa “Adotta una Pigotta”.
Sono loro che creano una vera e propria rete di solidarietà: contattano scuole, centri anziani, privati, associazioni, famiglie ed istituti di detenzione per coinvolgerli nell’iniziativa e collaborano con insegnanti, assistenti sociali e referenti degli enti locali per realizzare i laboratori delle Pigotte.
E’ diventata la bambola ufficiale dell’UNICEF Italia nel 1999. La sua storia è ricca di iniziative e successi importanti che hanno contribuito a salvare oltre 1 milione e mezzo di bambini nel mondo.